Processi produttivi

Gli impianti del Gruppo Pittini producono acciai per l’edilizia e l’industria a partire dal rottame ferroso, materia prima delle acciaierie ad arco elettrico. Il controllo di tutti i processi produttivi rappresenta un indiscusso vantaggio per la qualità del prodotto finito e garanzia di affidabilità per i clienti.

Acciaierie

Le acciaierie del Gruppo Pittini utilizzano la tecnologia del forno fusorio elettrico (EAF) che, permettendo la fusione di cariche composte da rottame, consente una maggiore flessibilità rispetto al ciclo integrale. Il rottame ferroso, puntualmente sottoposto a controlli che escludono la presenza di materiali radioattivi, costituisce la materia prima assieme alla ghisa, agli additivi formatori di scoria e al carbone. Questa tecnologia permette di utilizzare materia prima riciclata, proveniente al 70% via treno, risultando quindi ambientalmente "virtuosa". Le acciaierie producono una billetta di sezione quadra 140x140mm (a Verona e Potenza) e 160x160mm (ad Osoppo); gli accurati processi di affinamento in forno siviera, oltre alla colata a sei vie (ad Osoppo e Verona) e a cinque via (a Potenza), consentono di raggiungere standard produttivi elevati con una qualità costante.

Laminatoio Vergella

overview_vergellaI laminatoi del Gruppo Pittini sono dedicati alla produzione di vergella liscia (ø 5,5÷20mm) e nervata (ø 6÷16mm). Costanti ed oculati investimenti hanno portato all’implementazione delle tecnologie più evolute. La billetta prodotta in acciaieria viene sottoposta a severi controlli di qualità e, sfruttando cariche calde o fredde, viene dapprima riscaldata omogeneamente nel forno di pre-riscaldo e quindi laminata attraverso una successione di gabbie equipaggiate con cilindri sagomati con calibrazione a sequenza ovale-tondo, opportunamente studiata per ottimizzare la riduzione sui singoli passi secondo i più recenti standard. In questo modo è possibile ottenere il laminato con forma, sezione e dimensione desiderata mentre, con il raffreddamento controllato, si conferiscono al laminato le caratteristiche meccaniche volute. L’alto livello di automazione raggiunto permette un aumento di affidabilità del prodotto, di efficienza degli impianti e un contenimento dei consumi, oltre che di migliorare le condizioni di lavoro e la sicurezza degli operatori. La vergella così prodotta è destinata alla vendita ed inoltre viene verticalizzata negli stabilimenti del Gruppo in reti elettrosaldate, tralicci elettrosaldati, trafilati e laminati piatti, filo per saldature.

Laminatoio Barre

overview_barreI laminatoi barre del Gruppo Pittini sono siti negli stabilimenti di Osoppo e di Potenza. L’attento controllo dei processi produttivi e l’elevato livello tecnologico degli impianti, rendono i due laminatoi un ottimo esempio di efficienza e qualità. Il laminatoio barre consente di ottenere tondo in barre nella gamma di diametri Ø 8÷40mm. La carica del forno di pre-riscaldo può avvenire con billette calde, direttamente dalla placca dell’acciaieria o con billette fredde, prelevate dal parco. La billetta sfornata viene trasportata da una via a rulli allo sbozzatore per poi passare, con velocità sempre maggiori, attraverso le successive gabbie di laminazione così da ridurne la sezione. Il tondo viene trattato termicamente con un impianto ad acqua (Thermex) che assicura l’ottenimento delle caratteristiche meccaniche desiderate. Le barre confezionate in fasci aventi le lunghezze commerciali definite, sono costituite da un acciaio ad alta duttilità, proprietà fondamentale per le costruzioni in zona sismica.

Laminatoio Jumbo

overview_jumboAd Osoppo è installato il primo impianto al mondo per la produzione di tondo in rotoli Jumbo nella gamma di diametri Ø 8÷25mm. Anche nel caso del rotolo Jumbo il tondo, dopo che la billetta è stata pre-riscaldata e laminata attraverso le diverse gabbie di laminazione (sbozzatore, intermedio, finitore e BGV), viene trattato termicamente all’interno di una serie di water-boxes che in serie abbattono progressivamente e in modo controllato la temperatura. Successivamente il tondo arriva alla rocchettatrice che permette un avvolgimento ordinato delle spire. Il risultato finale è costituito da un tondo HD in coils ultracompatti, del peso di 2,5ton o 5,0ton, con avvolgimento no twist spira su spira. In questo modo viene eliminata ogni torsione assiale e l’acciaio mantiene le caratteristiche uniformi a seguito dell’eliminazione degli incrudimenti da raffreddamento differenziato. Altri vantaggi assicurati dal rotolo Jumbo sono: eliminazione degli scarti durante le successive lavorazioni, riduzione degli ingombri in fase di trasporto e stoccaggio visto che l’altezza è pari a circa 90cm. Anche il rotolo Jumbo è costituito da un acciaio ad alta duttilità, indispensabile per le costruzioni in zona sismica.

Elettrosaldati

overview_elettroI 5 stabilimenti di rete elettrosaldata e lo stabilimento di produzione di traliccio elettrosaldato del Gruppo Pittini rappresentano un esempio di efficienza associata al conseguimento di un prodotto di alta qualità. Anche in questo caso il costante miglioramento degli impianti sia dal punto di vista della produttività che della sicurezza, permettono al Gruppo Pittini di rimanere leader del settore. Il Gruppo Pittini produce una vasta gamma di armature industrializzate con caratteristiche di alta qualità garantita dai severi controlli effettuati nei reparti di elettrosladatura e durante l’intera filiera che dal rottame porta alla verticalizzazione della vergella ottenuta dalla laminazione delle billette provenienti dall’acciaieria. Nel settore edile vastamente conosciute sono le reti elettrosaldate, standard o a misura, zincate e/o sagomate, realizzate per rispondere con la massima precisione alle esigenze di progetto e a quelle esecutive del cantiere, grazie anche all’assistenza dell’ufficio tecnico del Gruppo in entrambe le fasi.

Laminazione e trafilatura

overview_trafilLa vergella prodotta oltre a essere utilizzata nei numerosi stabilimenti di elettrosladatura per la produzione di reti e tralicci, è ulteriormente verticalizzata nei due stabilimenti di SIAT S.p.A. per la produzione di:
  • Fili per saldatura sotto protezione di gas e ad arco sommerso per l'unione di acciai comuni o basso-legati
  • Trafilati in barre e rotoli a basso tenore di carbonio
  • Laminati piatti confezionati in bobine a basso tenore di carbonio.