Politiche per la sostenibilità

Il Gruppo Pittini crede che lo sviluppo delle attività debba essere compatibile con l’ambiente che le ospita, che debba creare opportunità per gli abitanti delle aree circostanti, i dipendenti e la proprietà e debba essere orientato ad un continuo miglioramento delle prestazioni nell’ambito di un giusto equilibrio tra responsabilità sociale, responsabilità ambientale e coinvolgimento economico.

Il contenimento delle emissioni in qualunque matrice ambientale, l’uso razionale delle risorse, la gestione sostenibile degli impianti ed il loro inserimento nel territorio rappresentano per l’azienda una priorità.

Il Gruppo Pittini persegue questi obiettivi nel pieno rispetto delle vigenti normative in materia di tutela ambientale, coerentemente e in sintonia con quanto previsto dalla politica della qualità, cercando di raggiungere un corretto equilibrio tra l’uso delle risorse naturali e la crescita economica nel lungo periodo, assicurando al contempo una migliore qualità di vita per le generazioni presenti e future.

Nell’ambito delle proprie attività, persegue l’obiettivo di garantire la salute e la sicurezza dei propri dipendenti, degli appaltatori, dei visitatori, degli stagisti e dei tirocinanti attraverso una politica conforme ai requisiti della norma OHSAS 18001.

Le attività di produzione e trasformazione dell’acciaio sono caratterizzate da un importante consumo di energia. L’azienda è consapevole che tale consumo ha un importante impatto sia sul piano economico, attraverso i costi sia a livello globale sull’ambiente. Il consumo di energia avviene attraverso l’utilizzo di diverse fonti quali principalmente l’energia elettrica ed i combustibili fossili che hanno impatti differenti sia sui costi che sull’ambiente.

La riduzione dei consumi specifici e globali dell’energia rappresentano una priorità per la sostenibilità delle attività in termini di competitività sul mercato e di impatto sull’ambiente.