Zero Waste Water

L’obiettivo del progetto Zero Waste Water è quello di ridurre i consumi idrici dello stabilimento minimizzando gli scarichi industriali nella rete fognaria consortile degli impianti di trattamento acque dell’Acciaieria e del Laminatoio attraverso:

-sostanziale riduzione quantitativa degli scarichi di acque reflue in fognatura mediante il massiccio riutilizzo degli effluenti nei circuiti interni;

riduzione e razionalizzazione dei prelievi idrici da pozzo;

razionalizzazione degli allacciamenti in fognatura mediante la diminuzione dei punti di scarico.

zero_waste_water-interna

Per raggiungere questo obiettivo si è resa necessaria:

-la connessione e la chiusura dei circuiti dell’acciaieria e dei laminatoi in origine separati e distinti

-l’installazione di un impianto ad osmosi inversa centralizzato utilizzato per il trattamento dell’acqua di reintegro ed il recupero delle acque di spurgo, sfruttando la potenzialità dei circuiti diretti del laminatoio e del sistema di raffreddamento a circuito chiuso della scoria di acciaieria

-la creazione di un polmone di accumulo realizzato in un decantatore non utilizzato, della capacità di circa 3000 mc ed ad utilizzo bidirezionale (è possibile inviare acqua dall’acciaieria al laminatoio e viceversa a seconda delle fasi operative dei due impianti)

Dopo la messa a regime dell’impianto osmosi e dopo aver ottimizzato i vari reintegri all’interno del WTP acciaieria e laminatoio e dei circuiti minori, si è giunti alla condizione con un unico punto di scarico delle acque industriali. Nel 2013, con la messa a regime del progetto ZWW, le acque industriali scaricate si sono ridotte del 66% rispetto all’anno precedente.