Processo Produttivo

Processo Produttivo

Home » Prodotti » Processo Produttivo

 

Le aziende del Gruppo Pittini producono acciai destinati all’edilizia e all’industria meccanica a partire da materiali ferrosi riciclati, sottoposti a severi controlli prima di diventare la materia prima con cui viene realizzato l’acciaio.

Dopo le fasi di fusione che avvengono tramite forno elettrico (EAF), dalla colata si passa alle billette e si prosegue poi con le lavorazioni a caldo nei laminatoi, dove avviene la trasformazione dell’acciaio in vergelle e barre. Attraverso le lavorazioni a freddo, la vergella viene ulteriormente trasformata in tondo per cemento armato (in barre e rotoli), elettrosaldati per l’edilizia, laminati per l’industria e filo per saldatura.

Acciaierie

Le 3 acciaierie del Gruppo Pittini (installate ad Osoppo, Verona e Potenza) utilizzano la tecnologia del forno fusorio elettrico (EAF) che permettono la fusione di cariche composte perlopiù da rottame: materiale riciclato (a differenza dal ciclo integrale). Il rottame ferroso, proveniente oltre il 70% via treno e puntualmente sottoposto a controlli che escludono la presenza di materiali radioattivi, consente un ciclo produttivo con basso impatto ambientale. La produzione di billette da colata continua contribuisce ad alimentare i laminatoi del gruppo consentendo un controllo di tutto il ciclo produttivo.

Laminatoi vergella

I laminatoi del Gruppo Pittini (ad Osoppo e Verona) sono dedicati alla produzione di vergella liscia (ø 5,5÷20mm) e nervata (ø 6÷16mm). Costanti investimenti hanno portato all’implementazione delle tecnologie più evolute nella laminazione per ottenere il laminato con forma, sezione e dimensione e caratteristiche meccaniche desiderata. L’alto livello di automazione raggiunto permette un aumento di affidabilità del prodotto, di efficienza degli impianti e un contenimento dei consumi, oltre che di migliorare le condizioni di lavoro e la sicurezza degli operatori. La vergella così prodotta è destinata alla vendita ed impiegata negli stabilimenti del Gruppo per la produzione di reti elettrosaldate, tralicci elettrosaldati, trafilati e laminati piatti, filo per saldatura.

Laminatoi barre

I laminatoi barre del Gruppo Pittini, siti negli stabilimenti di Osoppo e di Potenza, grazie all’attento controllo dei processi produttivi e all’elevato livello tecnologico degli impianti sono un ottimo esempio di efficienza e qualità.
I laminatoi consentono di ottenere tondo in barre nei Ø 8÷40mm.
Il tondo viene trattato termicamente con un impianto ad acqua (Thermex) che assicura l’ottenimento delle caratteristiche meccaniche desiderate, in particolare l’alta duttilità, proprietà fondamentale per le costruzioni in zona sismica.

Laminatoio Jumbo

Ad Osoppo è installato il primo impianto al mondo per la produzione di tondo in rotoli laminati a caldo nella gamma di diametri Ø 8÷25mm. Tale impianto consente la laminazione di un tondo HD in coils ultracompatti, del peso di 2,5ton o 5,0ton, con avvolgimento no twist spira su spira. In questo modo viene eliminata ogni torsione assiale e l’acciaio mantiene le caratteristiche uniformi a seguito dell’eliminazione degli incrudimenti da raffreddamento differenziato. Altri vantaggi assicurati dal rotolo Jumbo sono: eliminazione degli scarti durante le successive lavorazioni, riduzione degli ingombri in fase di trasporto e stoccaggio visto che l’altezza è pari a circa 90cm. Anche il rotolo Jumbo è costituito da un acciaio ad alta duttilità, indispensabile per le costruzioni in zona sismica.

Elettrosaldati

Con 6 stabilimenti dedicati alla produzione di rete elettrosaldata e lo stabilimento di traliccio elettrosaldato il Gruppo Pittini è uno dei principali produttori europei di acciaio industrializzato per l’edilizia, sia per i volumi prodotti sia per la qualità del prodotto finito. Il Gruppo Pittini produce una vasta gamma di armature industrializzate realizzate per soddisfare le più disparate esigenze del settore edile, con reti elettrosaldate standard o a misura, zincate e/o sagomate, realizzate per rispondere con la massima precisione alle esigenze di progetto e a quelle esecutive del cantiere, grazie anche all’assistenza dell’ufficio tecnico del Gruppo in entrambe le fasi.

Laminazione e trafilatura

La vergella prodotta è ulteriormente impiegata nei due stabilimenti di SIAT S.p.A. per la produzione di:

  • Fili per saldatura sotto protezione di gas e ad arco sommerso per l’unione di acciai comuni o basso-legati;
  • Trafilati in barre e rotoli a basso tenore di carbonio;
  • Laminati piatti confezionati in bobine a basso tenore di carbonio.